2986 visitatori in 24 ore
 175 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sogni e sensazioni.

Anna Rossi

Ciao, di professione sono un'insegnante della scuola primaria, nonch mamma e moglie a tempo pieno.
Mi piace scrivere e far conoscere agli altri le mie Sensazioni ed i miei Sogni, cerco di fare ci, nella musicalit poetica, ed avendo come obiettivo principale la trasmissione delle mie emozioni, ... (continua)


Anna Rossi

Anna Rossi
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Sorella Morte (15/09/2012)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Perduto lattimo (16/10/2019)

La poesia più letta:
 
Gemiti d'amore (31/10/2015, 5184 letture)

Leggi la biografia di Anna Rossi!

Leggi i segnalibri pubblici di Anna Rossi

Leggi i 544 commenti di Anna Rossi


Leggi i racconti di Anna Rossi


Autore della settimana
 settimana dal 26/02/2018 al 04/03/2018.
 settimana dal 27/02/2017 al 05/03/2017.
 settimana dal 25/04/2016 al 01/05/2016.

Seguici su:



Cerca la poesia:



Anna Rossi in rete:
Invia un messaggio privato a Anna Rossi.


Anna Rossi pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Le burla di Cappuccetto Rosso

Fantasy

La mamma come al solito mi aveva spedito dalla nonna, così non potevo disturbarla mentre si guardava la sua soap preferita: “ Un posto alla luna”. Avevo il mio cestino pieno di piccole ranocchie, e sapendo che la nonna aveva il terrore per questi mostriciattoli salterini, stavo pensando che mi sarei divertita un mondo a vederla correre per la stanza con la camicia da notte, la quale si sollevava facendo vedere le sue gambe pelose e storte.

Le sue grida sarebbero state talmente forti, da attirare tutti gli animali del bosco, fra cui il Lupo Spilungone, che essendo molto tenero e spaventato per le urla della nonnina, sarebbe corso subito in suo aiuto. Spilungone era anche molto distratto e per la concitazione sarebbe uscito di casa in brache come faceva di solito e che immancabilmente mentre correva gli sarebbero scivolate giù facendolo inciampare fra le risate generali.

A quel punto intrapresi il piccolo sentiero che arrivava alla fine del bosco, dove abitava nonna Olga, intravidi all’ ombra di un olmo Gigi il cacciatore, soprannominato: cacasotto, per il suo impareggiabile coraggio… era talmente fifone che aveva paura delle nonnine; lui era convinto che non fossero poi così innocue e dolci ma bensì delle vecchie streghe, pronte a preparare intrugli e bevande malefiche per avvelenare il mal capitato di turno.

Vedendolo così affranto mi avvicinai per provocarlo un po’ e gli chiesi: ” Ehi Gigi, mi accompagni dalla mia cara nonnina?”

Sgranò gli occhi a palla come se gli avessi detto chissà quale atrocità e terrorizzato balbettando rispose: ” Vu… oi… vuoi che venga con te a trovare quella stregaccia che ha imbalsamato il mio Berto?”

(Da premettere che Berto era un topo così goloso che era scoppiato dopo aver mangiato un piatto di ciambelle alla marmellata rancida, preparato dalla nonna, la quale in cucina non era proprio un portento. In seguito alla morte prematura dell’ animale e vedendolo così rigido, questa, aveva pensato di conservarlo inamidato come si fa con i lavori all’ uncinetto e poi l’ aveva sistemato sulla finestra, in modo tale che quando sarebbe passato Gigi lo avrebbe potuto salutare).

Ma la nonna non aveva previsto la reazione del cacciatore, il quale, vedendo il suo amico (ma poi si può considerare tale un topo …?) mummificato, era corso via disperato per denunciare al giudice degli animali, che la megera aveva ucciso Berto, ma invece di avere giustizia fu multato per aver disturbato il sonnellino pomeridiano del giudice con schiamazzi e pianti inopportuni.

Tornando a noi, dopo il rifiuto di Gigi di accompagnarmi, lo salutai dicendogli: ” Ma dai non piangere, devi essere contento almeno ha fatto una bella morte… una morte dolce, dolce …”

A queste mie parole scoppiò in un pianto irrefrenabile, lo lasciai in un lago di lacrime e ripresi la via.

Aprì il cesto per controllare se le bestiole stessero bene, quando una di queste balzò fuori veloce, saltando di qua e di là. La rincorsi per riacciuffarla ma inciampai in un corpo disteso a terra intrappolato dalle sue stesse mutande.

“ Ehi stai attento a dove cammini…” mi sentii dire.

Riconobbi Spilungone e non persi occasione per punzecchiarlo: ” Ahi che male… la mia gamba… come farò adesso? La nonna mi starà aspettando, ma non posso certo camminare in queste condizioni,”

A questo punto finsi di zoppicare vistosamente e conoscendolo molto bene, immaginavo che si sarebbe proposto lui di andare dalla cara nonnina, come la chiamava affettuosamente. Fu così che prese il cesto, ignorando il contenuto dello stesso e tutto felice di aver compiuto la sua buona azione, s’ incamminò lungo la strada. Appena fu lontano dalla visuale, lo seguì a debita distanza, non potevo certamente perdermi l’ esilarante scena.

Spilungone arrivò di corsa da nonna Olga, la quale sorpresa di vederlo le chiese: ” Ciao, cosa ci fai da queste parti? Vedo che hai un bel cesto, cosa mi hai portato?”

Lui ingenuamente rispose: “ Tante cose buone!”

E le porse il cesto. La nonna impaziente lo aprì, non l’ avesse mai fatto, le rane gracchiando, cominciarono a saltare, dopo essere state rinchiuse per troppo tempo e sembravano impazzite. La nonna lanciò per aria il cesto ed urlando all’ impazzata correva per casa saltando sulle sedie come un grillo. Una rana si posò sulla sua testa pelata e non aveva nessuna intenzione di scendere ed un’ altra le si infilò nella sottana, cercando un posto per nascondersi.

Olga, schizzava di qua e di là e lo faceva meglio delle rane, aveva gli occhi fuori dalle orbite da sembrare lei stessa un rospo. Dovete sapere che Olga non era una nonnina gracile ed esile ma nientepopodimeno campionessa di wrestling del torneo internazionale del bosco e di certo non le mancavano le forze, perciò iniziò a bastonare senza tregua il povero Spilungone, che nel frattempo continuava a ripetere: “ Non sono stato io, credimi … ahi … ahi… basta… è stata Cappuccetto Rosso, quella birba si è presa gioco di me… ma se la vedo mi sentirà, urlerò così forte da farle rompere i timpani.”

Ma la nonna non l’ ascoltava e giù con le botte, lui cercava di scansare i colpi, ma improvvisamente cadde nella pentola piena di marmellata di pomodori. Tutto appiccicoso si svincolò a fatica, cercando di rialzarsi, ma il suo didietro era rimasto intrappolato nella pentola, tutto ciò non impietosì la vecchietta, che continuò a dargliene di santa ragione. Dopo alcuni inutili tentativi e non riuscendo a liberarsi dal tegame, fuggì con questo incollato al suo sedere.

Intanto, io dal mio nascondiglio, mi stavo sbellicando dalle risate, ma non contenta, con uno sgambetto aiutai, si fa per dire…, il lupo a fuggire via dalle grinfie della nonna, che come un salame, cadde rovinosamente giù per terra. Purtroppo per lui, l’ atterraggio non fu proprio morbido, infatti capitombolò su una pianta di cactus, le cui spine aguzze gli si infilarono dappertutto, anche sulla punta del suo muso nero, facendolo strillare a più non posso.

In seguito alle sue grida entrò in azione Gigi, il quale arrivò con una furia da sembrare la cavalleria rusticana e imbracciando due fucili a baionetta, li puntò verso di noi, sbraitando a gran voce: ” Cosa state combinando, cosa sono queste urla terribili da sembrare che vi stiano cucinando come conigli allo spiedo…?”

In quel preciso momento mi venne in mente che forse avrei potuto godermi un ulteriore spettacolo e così chiamai la nonna: ” Nonna, nonna, guarda chi è venuto a trovarti.”

A queste mie parole Gigi sbiancò da sembrare un morto resuscitato dalle sabbie mobili ed apparve nonna Olga stravolta e con lo sguardo allucinato dalla paura. Fu un attimo, si fissarono e poi entrambi gridarono a più non posso. Gigi buttò per aria i fucili e la nonna svenne.

Certo che l’ avevo combinata proprio grossa e adesso chi lo avrebbe raccontato alla mamma?

Ma si… qualcosa mi sarei inventata ma questa sarà un’ altra storia.

Anna Rossi 14/12/2017 13:19 576

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonch qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Anna RossiPrecedente di Anna Rossi

Nota dell'autore:
«Scrittura creativa:
Ricavate dal racconto tradizionale di Cappuccetto Rosso un racconto secondo il punto di vista di uno dei seguenti quattro personaggi coinvolti:
Il lupo cattivo
La nonna
Il cacciatore
Cappuccetto Rosso
Scrivete il racconto in prima persona singolare (io) ed in modo umoristico ...ad esempio la nonna si fa le canne, il lupo vegetariano, il cacciatore si montato la testa perch stato sullisola dei famosi, tanto per dirne qualcuna.
»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Vedi i racconti di Anna Rossi:
nella categoria:
dell'anno:











Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Amore
Sei qui davanti a me
Un amore speciale
Per amore di una donna
Quello che non si dice
Il dono della montagna
Continuare ad amare
Annabelle
Un corpo per due
Un cuore per due
Il colore della giovent
Un'altra possibilit
Non piacersi pi
La vita presenta il conto
Attimi rubati
L'abbandono
Continuare a vivere!
Quello che conta
Ipocrisia
Il volo di un angelo
Un dolore troppo grande
Paura d'amare
Le due amiche
Un Amore Sbagliato
Legami di sangue
Dramma
Il pescatore
Un'amica speciale
Il romanzo incompiuto
Notturno
Un pensiero ossessivo
Rosa d'inverno
L'ultimo libro
Erotismo e per adulti
La ragazza della copertina
Desideria
Ricatto damore
Romanzo piccante
La pantera
La prima volta di Maria Luce
L'incorregibile
Tutto pu accadere
Il frutto proibito
La musa
Lo sconosciuto
Fantasy
Una storia di paese (Linganno)
Una storia di paese (La premonizione)
Senza possibilit di fuga
Una storia di paese (U cori ferito)
Una storia di paese (La fermata sbagliata)
Una storia di paese
Senza passato
Un incontro inaspettato
Una famiglia ingombrante
Voglia di favole
Un giorno da uomo
Le burla di Cappuccetto Rosso
Paura del buio
Condannata
Una sera d' autunno
Artefice della propria vita
La svampita
Scene di un matrimonio
Un castello di bugie
La beffa del destino
Il violinista
Cuore di latta
Basta crederci!
La goccia
Un cuore di fanciulla
Un'incredibile storia
Un vecchio libro di fiabe
Il Monte Reventino
Il racconto di Neve
Giallo e Thriller
L'insospettabile
Uno scomodo passato
Ragazzi
Piccola storia
Jack il leprotto coraggioso
Sociale e Cronaca
La fuga
Voglia di volare
Senza maschere
L'imprevisto
Palla di lardo
Diagnosi sbagliata

Poesie

Racconti

Amore
Sei qui davanti a me
Un amore speciale
Per amore di una donna
Quello che non si dice
Il dono della montagna
Continuare ad amare
Annabelle
Un corpo per due
Un cuore per due
Il colore della giovent
Un'altra possibilit
Non piacersi pi
La vita presenta il conto
Attimi rubati
L'abbandono
Continuare a vivere!
Quello che conta
Ipocrisia
Il volo di un angelo
Un dolore troppo grande
Paura d'amare
Le due amiche
Un Amore Sbagliato
Legami di sangue
Dramma
Il pescatore
Un'amica speciale
Il romanzo incompiuto
Notturno
Un pensiero ossessivo
Rosa d'inverno
L'ultimo libro
Erotismo e per adulti
La ragazza della copertina
Desideria
Ricatto damore
Romanzo piccante
La pantera
La prima volta di Maria Luce
L'incorregibile
Tutto pu accadere
Il frutto proibito
La musa
Lo sconosciuto
Fantasy
Una storia di paese (Linganno)
Una storia di paese (La premonizione)
Senza possibilit di fuga
Una storia di paese (U cori ferito)
Una storia di paese (La fermata sbagliata)
Una storia di paese
Senza passato
Un incontro inaspettato
Una famiglia ingombrante
Voglia di favole
Un giorno da uomo
Le burla di Cappuccetto Rosso
Paura del buio
Condannata
Una sera d' autunno
Artefice della propria vita
La svampita
Scene di un matrimonio
Un castello di bugie
La beffa del destino
Il violinista
Cuore di latta
Basta crederci!
La goccia
Un cuore di fanciulla
Un'incredibile storia
Un vecchio libro di fiabe
Il Monte Reventino
Il racconto di Neve
Giallo e Thriller
L'insospettabile
Uno scomodo passato
Ragazzi
Piccola storia
Jack il leprotto coraggioso
Sociale e Cronaca
La fuga
Voglia di volare
Senza maschere
L'imprevisto
Palla di lardo
Diagnosi sbagliata


Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pi frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it