3495 visitatori in 24 ore
 195 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sogni e sensazioni.

Anna Rossi

Ciao, di professione sono un'insegnante della scuola primaria, nonché mamma e moglie a tempo pieno.
Mi piace scrivere e far conoscere agli altri le mie Sensazioni ed i miei Sogni, cerco di fare ciò, nella musicalità poetica, ed avendo come obiettivo principale la trasmissione delle mie emozioni, ... (continua)


Anna Rossi

Anna Rossi
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Sorella Morte (15/09/2012)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Anima folle (13/08/2019)

La poesia più letta:
 
Gemiti d'amore (31/10/2015, 5026 letture)

Leggi la biografia di Anna Rossi!

Leggi i segnalibri pubblici di Anna Rossi

Leggi i 548 commenti di Anna Rossi


Leggi i racconti di Anna Rossi


Autore della settimana
 settimana dal 26/02/2018 al 04/03/2018.
 settimana dal 27/02/2017 al 05/03/2017.
 settimana dal 25/04/2016 al 01/05/2016.

Seguici su:



Cerca la poesia:



Anna Rossi in rete:
Invia un messaggio privato a Anna Rossi.


Anna Rossi pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Il volo di un angelo

Amore

Si era trasferita da poco in una piccola località di mare, molto tranquilla, non certamente meta di turisti che di solito affollano le spiagge. Ma il paesaggio, nell'insieme, era uno spettacolo da togliere il fiato. Le alture a strapiombo si calavano a picco nel mare, tanto da rendere difficoltoso l’ accesso alla riva. Sembravano giganti buoni che proteggevano, con i loro fianchi, un mare pulito e cristallino, che in trasparenza, ti permetteva di intravedere i pesci che guizzavano felici; la rena bianca, sottile, nascondeva conchiglie come gioie da conservare. Sulla distesa azzurra, piccole imbarcazioni a vela, facevano da cornice, mentre voli di gabbiani nel cielo creavano balli, in perfetta sincronia.

Angelica, questo era il suo nome, aveva scelto questo luogo così magico, per poter ritrovare se stessa. Avvertiva da diverso tempo, un sottile malessere e un’ insoddisfazione che la stava logorando. Serpeggiava nella sua mente, l’ idea che fosse una perdente. Percorreva con ostinazione, tutta la sua esistenza, accorgendosi che non c’ era stata una sola volta, che non si fosse sentita fuori posto, inadeguata, non all'altezza. Si domandava, e forse ne era anche convinta, che fosse lei, la persona sbagliata.

Era ben consapevole, che aveva dei nodi nel passato, lasciati in quiescenza, ma adesso erano riemersi con forza, pronti ad essere liberati dalle ipocrisie e dalle bugie. Era fuggita da una vita, che ormai le stava stretta, in cui aveva cercato di galleggiare, ma purtroppo, si trovava sempre ad annaspare, credendo che forse qualcosa sarebbe cambiato, e poi, inevitabilmente, la sua speranza svaniva.

Angelica, era molto diversa da quello che il suo nome poteva figurare, era una donna prorompente, con una forte sensualità, così forte da percepirla anche quando le si passava vicino, infatti, spesso veniva fraintesa. Al contrario, il suo aspetto contrastava con il suo carattere. Aveva scarsa stima di sé ed era molto insicura. La sua condizione d’ insegnante precaria, non faceva altro che aumentare il suo disagio. Ogni qualvolta che doveva cambiare scuola, quindi colleghi, alunni, non aveva nemmeno il tempo di organizzare il suo programma didattico, che già la supplenza era finita …
Recentemente, dormiva poco e male, la mattina si alzava all'alba, per fare lunghe passeggiate solitarie, amava il mare ed il suo fascinoso ondeggiare, tutto le trasmetteva sensazioni di libertà, d’ immenso ed il sole, sulla pelle le riscaldava anche la sua anima in pena. Quella mattina, non fece il solito percorso, ma cambiò direzione, avviandosi verso una spiaggetta isolata, con gli scogli che facevano da scudo alle onde. Vide seduto su uno di essi, un uomo, non più giovane, che tranquillamente stava pescando, con la solita pazienza tipica di una persona che ha questa passione.

Angelica si fermò incuriosita e avvicinandosi all'uomo domandò: “ Scusi cosa ha pescato?” L’ uomo sorpreso aprì il secchio dicendo:” Sono qui da tre ore e ho pescato un solo cefalo e due tracine”. Lei disse: ” Anche a me piace pescare, anzi, le dirò di più, ho un vero amore per la pesca, solo che la gente è diffidente nel vedere una donna che fa qualcosa di prettamente maschile, allora lo faccio quando non mi vede nessuno”.
L’ uomo, alzò la testa guardandola dritta negli occhi e con aria corrucciata le disse: ” Non deve mai permettere agli altri di condizionarle la vita, né di sentirsi diversa, perché ama fare qualcosa, che agli altri può sembrare strana, anzi, le dirò di più, vengo spesso qui a pescare, se lei vuole può farmi compagnia”. Lei ringraziò l’ uomo dagli occhi dolci e le sue parole, echeggiarono nella sua mente per tutta la notte.

All'indomani, prese la sua canna da pesca e si recò sugli scogli, ed eccolo lì, con il suo cappello di paglia a lanciare la sua canna. Lo salutò con timidezza e si sedette accanto a lui. Restarono così in silenzio per delle ore, ogni tanto qualche pesce abboccava e lei felice lo tirava su.

Nella tarda mattinata tornò a casa, si sentiva leggera ed appagata, quando ricevette una telefonata, era l’ ex compagno, che con la prepotenza di sempre, le chiese: ” Si può sapere dove ti sei cacciata, sono giorni che ti cerco!” Lei rispose con una pacatezza inconsueta: ” Dove sono non ti deve interessare, anzi, dimenticati il mio numero”. Lui, imprecando riattaccò. La solita scena che si ripeteva ormai da molti anni e lei delle sue angherie non ne poteva più.
Nei giorni a venire l’ incontro con il pescatore, di nome Luigi, divenne abituale, ormai non solo pescavano, ma facevano delle lunghe passeggiate, raccogliendo conchiglie, finché un giorno, lei lo invitò a casa sua, a mangiare il pesce che avevano pescato.
Quella sera Angelica era pervasa da una strana pace interiore e per la prima volta, dopo tanto tempo, intravedeva un barlume di luce, nel buio dove era precipitata. Si preparò con cura, cosa che non faceva da tanto tempo, facendo attenzione anche ai dettagli, indossò un abitino di raso, color smeraldo che faceva risaltare i suoi occhi verdi, e il tessuto morbido, aderiva alle sue forme aggraziate facendola apparire decisamente deliziosa, i capelli neri fluenti, coprivano le spalle dorate dall'abbronzatura.
Apparecchiò sulla veranda che dava sul mare, il tramonto, quella sera era un bisticcio di sfumature, dal rosso, al giallo, all'oro, sembrava una cartolina spedita da Dio. Luigi arrivò un po’ in ritardo, con dei fiori di campo e con l’ aria impacciata, disse: ” Sono per te, spero che li accetterai come segno della nostra amicizia!”. Lei, prendendo i fiori, andò a sistemarli in un vaso, mentre lui l’ osservava, con una strana luce negli occhi, quella donna lo aveva stregato, non faceva che pensare a lei, dopo tanti anni di solitudine, il suo cuore batteva ancora per un’ altra persona.

Divenne rosso per i suoi pensieri e abbassò lo sguardo, evitando accuratamente, che lei se ne accorgesse. Fu una cena, dove entrambi cercavano di nascondere quello che in realtà provavano e che lentamente diventava sempre più importante, i loro gesti erano misurati, gli occhi incantati, le voci soffuse.

Dopo cena, si sedettero sulla sabbia, guardando il mare, così tranquillo da sembrava un immenso lago e le stelle luminose, parevano mandare sulla terra segni d’ eternità. Tutto era armonia, nell'aria si respirava serenità.

Fra loro non servivano tante parole, ma anche nel silenzio, i loro cuori parlavano. Entrambi non si fecero domande sul precedente vissuto, quello che contava era il presente. Più tardi, lui l’ aiutò ad alzarsi e nel farlo le loro mani si sfiorarono, fu un attimo, le labbra si unirono in un bacio dolcissimo, si potevano anche sentire i battiti convulsi che battevano all'unisono, era l’ unione perfetta di due anime sole, che finalmente, avevano trovato qualcuno che sapeva ascoltarle e amarle senza remore. Quella notte, lui si fermò a dormire da lei, e così fece altre volte.
Luigi era uno scrittore di storie per ragazzi e lo faceva con passione, quando lavorava, Angelica era una presenza silenziosa, ma al contrario, lui, le stava vicino quando cucinava, mangiucchiando prima, quello che preparava, lei lo cacciava dalla cucina dicendo:” La finisci di assaggiare, ti rovinerai l’ appetito!” Lui la guardava sorridendo e scappava come un gatto che aveva appena mangiato il topo.

Trascorsero giorni meravigliosi e il loro amore, sembrava crescere ogni giorno di più. Poi, una mattina, si era svegliata di soprassalto, aveva fatto uno strano sogno: il mare era scuro come il cielo e la spiaggia era deserta e fredda, alzando gli occhi al cielo, vide l’ ombra di un gabbiano solitario, che librava le sue ali stanche circondate da una alone di luce, si era fermato, guardando la spiaggia, come per darle un ultimo addio ed era volato via, fra le nubi scure, lasciando una scia luminosa.

Angelica aveva la fronte sudata, era in preda all'angoscia e aprendo gli occhi aveva guardato Luigi che dormiva accanto a lei, gli accarezzò il viso, baciandogli la fronte ma sentii, una mano ghiacciata sul petto, lo guardò e una lacrima scivolò sul viso, provò a scuoterlo, a chiamarlo, ma se n’ era andato, era volato via, l’ aveva lasciata sola.
Il suo urlo spaccò l’ aria, gridò e gridò il suo nome al vento, al mare, al fato che l’ aveva rapito. Luigi si era addormentato per sempre, ma lei avvertiva la sua presenza che la rassicurava e le dava forza. Con lui a poco a poco, aveva acquistato la stima di sé, era stato capace di darle fiducia, insegnandole a vivere, a volersi bene.

Finalmente aveva ritrovato la vera Angelica e non si sentiva più fuori posto. Tutto questo lo doveva a quell'uomo che adesso pescava con gli angeli nella volta celeste.


Anna Rossi 08/06/2015 06:02 1 590

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Anna RossiPrecedente di Anna Rossi

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«una storia tristemente bella, nulla viene a caso quell'incontro, anche se breve, era servito ad Angelica a trovare la sua parte nascosta quella forte ed anche ora pur non vedendolo lui si faceva sentita continuando, come un angelo, a seguirla, nel corso della vita... bel racconto letto d'un fiato brava l'autrice»
carla composto

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

annina sei tu? brava mi é piaciuto molto bacio (carla composto)



Vedi i racconti di Anna Rossi:
nella categoria:
dell'anno:











Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Amore
Sei qui davanti a me
Un amore speciale
Per amore di una donna
Quello che non si dice
Il dono della montagna
Continuare ad amare
Annabelle
Un corpo per due
Un cuore per due
Il colore della gioventù
Un'altra possibilità
Non piacersi più
La vita presenta il conto
Attimi rubati
L'abbandono
Continuare a vivere!
Quello che conta
Ipocrisia
Il volo di un angelo
Un dolore troppo grande
Paura d'amare
Le due amiche
Un Amore Sbagliato
Legami di sangue
Dramma
Il pescatore
Un'amica speciale
Il romanzo incompiuto
Notturno
Un pensiero ossessivo
Rosa d'inverno
L'ultimo libro
Erotismo e per adulti
La ragazza della copertina
Desideria
Ricatto d’amore
Romanzo piccante
La pantera
La prima volta di Maria Luce
L'incorregibile
Tutto può accadere
Il frutto proibito
La musa
Lo sconosciuto
Fantasy
Una storia di paese (L’inganno)
Una storia di paese (La premonizione)
Senza possibilità di fuga
Una storia di paese (U cori ferito)
Una storia di paese (La fermata sbagliata)
Una storia di paese
Senza passato
Un incontro inaspettato
Una famiglia ingombrante
Voglia di favole
Un giorno da uomo
Le burla di Cappuccetto Rosso
Paura del buio
Condannata
Una sera d' autunno
Artefice della propria vita
La svampita
Scene di un matrimonio
Un castello di bugie
La beffa del destino
Il violinista
Cuore di latta
Basta crederci!
La goccia
Un cuore di fanciulla
Un'incredibile storia
Un vecchio libro di fiabe
Il Monte Reventino
Il racconto di Neve
Giallo e Thriller
L'insospettabile
Uno scomodo passato
Ragazzi
Piccola storia
Jack il leprotto coraggioso
Sociale e Cronaca
La fuga
Voglia di volare
Senza maschere
L'imprevisto
Palla di lardo
Diagnosi sbagliata

Poesie

Racconti

Amore
Sei qui davanti a me
Un amore speciale
Per amore di una donna
Quello che non si dice
Il dono della montagna
Continuare ad amare
Annabelle
Un corpo per due
Un cuore per due
Il colore della gioventù
Un'altra possibilità
Non piacersi più
La vita presenta il conto
Attimi rubati
L'abbandono
Continuare a vivere!
Quello che conta
Ipocrisia
Il volo di un angelo
Un dolore troppo grande
Paura d'amare
Le due amiche
Un Amore Sbagliato
Legami di sangue
Dramma
Il pescatore
Un'amica speciale
Il romanzo incompiuto
Notturno
Un pensiero ossessivo
Rosa d'inverno
L'ultimo libro
Erotismo e per adulti
La ragazza della copertina
Desideria
Ricatto d’amore
Romanzo piccante
La pantera
La prima volta di Maria Luce
L'incorregibile
Tutto può accadere
Il frutto proibito
La musa
Lo sconosciuto
Fantasy
Una storia di paese (L’inganno)
Una storia di paese (La premonizione)
Senza possibilità di fuga
Una storia di paese (U cori ferito)
Una storia di paese (La fermata sbagliata)
Una storia di paese
Senza passato
Un incontro inaspettato
Una famiglia ingombrante
Voglia di favole
Un giorno da uomo
Le burla di Cappuccetto Rosso
Paura del buio
Condannata
Una sera d' autunno
Artefice della propria vita
La svampita
Scene di un matrimonio
Un castello di bugie
La beffa del destino
Il violinista
Cuore di latta
Basta crederci!
La goccia
Un cuore di fanciulla
Un'incredibile storia
Un vecchio libro di fiabe
Il Monte Reventino
Il racconto di Neve
Giallo e Thriller
L'insospettabile
Uno scomodo passato
Ragazzi
Piccola storia
Jack il leprotto coraggioso
Sociale e Cronaca
La fuga
Voglia di volare
Senza maschere
L'imprevisto
Palla di lardo
Diagnosi sbagliata


Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it